Caricamento in corso...
Menu

Premio Castiglione cinema 2022

Grandi nomi del cinema italiano anche quest’anno hanno ricevuto il premio Castiglione Cinema. Nelle foto il momento della premiazione ai registi Neri Parenti ed Enrico Vanzina.

 

Il Premio Castiglioni Cinema anche al poliedrico attore Neri Marcore’. Premiati anche il regista Giuseppe Piccioni e l’attrice Margherita Buy. Foto Karen di Paola

Premio Scudo – Novembre 2021

 

Il premio, realizzato in bronzo bianco, raffigura la Medusa, spesso presente negli scudi degli opliti dell’antica civiltà greca, per l’esattezza l’Oplon, nel nostro caso affiancata da una pellicola cinematografica a simboleggiare le varie forme d’arte, il tutto contornato da una catena, a rappresentare i popoli e al tempo stesso l’unione tra gli esseri umani.

Così come lo scudo, che ha funzione di protezione, gli uomini e le donne in divisa hanno il compito principale di difendere lo Stato ed i cittadini, operando dove necessario per garantire pace e sicurezza.

 Nasce da questo parallelismo l’idea di assegnare il “Premio Scudo Chianciano Terme” a prestigiosi nomi della cultura, dell’informazione, dello spettacolo e dello sport per aver onorato il proprio Paese, la divisa e i principi di legalità.

https://www.associazionesicurart.org/premio-scudo

 

Un momento della serata dopo  la consegna dei premi, tra i vari premiati Franco Nero e Massimo Giletti.

 

Premio Robert Bresson 2021

Consegnato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo il premio Robert Bresson 2021alla regista  Alice Rohrwacher, nella foto la regista con il Presidente della fondazione Mons. Davide Milani

Premio Robert Bresson

Il Premio Robert Bresson è il riconoscimento della Fondazione Ente dello Spettacolo “al regista che abbia dato una testimonianza, significativa per sincerità e intensità, del difficile cammino alla ricerca del significato spirituale della nostra vita”, con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede. Dal 2019 il premio è realizzato e donato dallo scultore Lucio Minigrilli.

Premio Castiglione cinema 2021

  

Tra i vari artisti premiati, quest’anno, con l’ambito trofeo oltre al regista Pupi Avati la coppia Ricky Tognazzi e Simonetta Izzo hanno ricevuto la scultura in bronzo bianco che rappresenta una vista della Rocca del Leone di Castiglione del Lago, quest’anno effigiata in più dalla presenza del Grifone perugino, ad omaggiare la partecipazione, in questo 2021 come sede di alcune serate, del capoluogo umbro.

Premio Castiglione Cinema 2020

Consegnato a Terence Hill il Premio Castiglione Cinema 2020 presso la Rocca del Leone a Castiglione del Lago il 3 luglio. Il premio realizzato da Lucio Minigrilli con la tecnica della fusione a cera persa concentra un’allegoria del percorso cinematografico del grande attore attraverso la rappresentazione figurativa di animali collegati da un filo conduttore a forma di pellicola cinematografica.

Dialogo con l’Antico

 

Il Museo Civico Archeologico di Castiglion Fiorentino ospita dal 22 aprile ‒ fino al 30 giugno 2018, le opere di “Dialogo con l’ Antico”. Vanno in mostra  per la personale di Lucio Minigrilli (Arezzo 1980) evocando un universo naturale in cui si mescolano richiami al mito e all’estetica classica; il mare, scrigno del tempo fa riemergere tronchi, coralli, reperti i quali sono solo alcuni degli ingredienti che caratterizzano questa esposizione, una sorta di ritorno alle origini, alla mitologia, elemento primordiale, luogo soprattutto mentale su cui si sono storicamente misurati filosofi, intellettuali, avventurieri ed artisti.

 

“Il Re del Deserto”, Miniature in Bronzo

 

Lo scultore Lucio Minigrilli ha riprodotto fedelmente in scala 1/12 tutti i dettagli e le caratteristiche dell’opera madre, il monumento in onore di Fabrizio Meoni, che tanta emozione ha suscitato, collocandosi tra le opere più importanti che celebrano gli sportivi di tanto grande valore. Anche i modelli sono realizzati in bronzo, moto e pilota, mentre la base è fatta in travertino oniciato. Ogni pezzo viene realizzato con la tecnica della fusione a cera persa e tutte le fasi sono lavorate a mano dall’artista, con la stessa passione e cura che ha generato il capolavoro originale.

OMINO D’ORO

Nel centro storico di Arezzo verso la fine degli anni ’60 si poteva incontrare fermo agli angoli delle strade un uomo tutto vestito d’oro, con appresso una bicicletta anch’essa d’oro. Aspettava il figlio disperso durante la guerra in Russia se ne stava in silenzio con grande dignità nella sua infinita attesa. La scultura dell’ Omino d’Oro  è stata collocata lungo il Sentiero della Bonifica della Chiana, in località San Zeno alle porte di Arezzo accanto a quella di un altro personaggio “singolare “ della storia locale,  la Sputaci

PREMIO PIETRO L’ARETINO


Il Premio Pietro Aretino, viene consegnato agli aretini più meritevoli. La motivazione del premio riguarda gli  aretini che nei vari ambiti culturali si sono distinti e sono diventati riconoscibili e popolari portando nel mondo il nome di Arezzo.